Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
 
 Consenso privacy
Comunicati Italia
Due convivium Slow Food in Senegal
 
Suxaali sunnu goxx, che in senegalese significa “preservare il nostro territorio”, è il nome del convivium Slow Food con sede a Dakar aperto il 18 maggio 2006.
La fondatrice e responsabile Juliette Paule Zingan è anche la referente della comunità senegalese dei produttori e delle trasformatrici di ortofrutta di Thiès, che sarà presente per la seconda volta a Terra Madre (Torino, 26-30 ottobre).

«Abbiamo deciso di fondare un convivium dopo l’esperienza di Terra Madre 2004» dice Juliette «perchè siamo convinti che la povertà non può essere sradicata completamente se non si ha una sicurezza alimentare solida, basata su una produzione agricola diversificata e locale. Per questo motivo abbiamo deciso di appoggiare la comunità di produttori e trasformatori di ortofrutta di Thiès.»
Questa piccola organizzazione di contadini, riunita nell’associazione Takku , opera per valorizzare i prodotti della regione di Thiès. E’ formata da cinque donne che si avvalgono della collaborazione di sei frutticoltori e orticoltori per produrre bevande, conserve e marmellate.

Partendo da questi presupposti sembrano chiari gli obiettivi del nuovo convivium: «I prodotti locali sono alla base della nostra alimentazione quotidiana» spiega Juliette «bisogna quindi valorizzarli e renderli accessibili ai produttori stessi e alla popolazione; promuovere la loro importanza per una maggiore sicurezza alimentare».

In secondo luogo il convivium afferma la difesa della biodiversità: tutti coloro che sfruttano le risorse naturali devono rispettare l’ambiente.
In ultimo, anche se la trasformazione della frutta e verdura viene effettutata da terzi che spesso non sono legati alle areee di produzione, questi però debbono avere gli stessi obiettivi e principi della comunità.
«Con il nostro convivium vogliamo coinvolgere tutte le filiere che aderiscono al nostro programma, per creare un grosso circuito produttore-consumatore» conclude Juliette Zingan.

Séelal dundin, “vivere meglio”, il secondo convivium del Senegal, che comprende le regioni costiere del Paese con varie città come Dakar, Thiès, Dionewar, Missirah, Foudiounde, è stato fondato nel mese di agosto.
Alla base del convivium, nato dalla volontà e dall’impegno di alcuni gruppi di donne impiegate nel settore della pesca, ci sono le comunità del cibo che parteciperanno a Terra Madre 2006: i pescatori artigiani di Saint-Louis, i pescatori artigiani di Ziguinchor, le trasformatrici e venditrici di pesci conservati di Fatick.

«Siamo donne che valorizzano le risorse naturali come pesci, frutti di mare, crostacei, pane di scimmia (frutto del baobab) e ditax. Quotidianamente ci confrontiamo con il drastico deterioramento dell’ambiente» sottolinea Awa Djegal, responsabile comunicazione del convivium, e continua: «Crediamo molto alla filosofia di Slow Food perchè pensiamo che la nostra piccola organizzazione ci permetterà di promuovere i prodotti senegalesi, di coinvolgere sempre più consumatori e dare visibilità alle nostre esperienze. Le donne delle aree costiere del paese, infatti, sono spesso povere, analfabete ed emarginate. Queste iniziative possono farci uscire da questa situazione, conservando il nostro stile di vita slow e mangiando naturale».

Le produttrici e venditrici di pesci conservati di Fatick, una cinquantina in tutto, praticano le tecniche tradizionali senegalesi di conservazione del pesce, con una preferenza per i procedimenti denominati ketiakh (cottura alla griglia seguita da essicazione) e guedj (fermentazione in salamoia ed essicazione).
A questa comunità si sono uniti per fondare il convivium i pescatori artigiani di Saint-Louis e i pescatori di Ziguichor, associati alla Fédération nationale des groupements d’intérêt économique de pêche du Senegal, impegnata nella valorizzazione delle risorse ittiche e nella loro gestione sostenibile.
 
 
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab