Terra Madre Terra Madre - Choose your language Ministero delle politiche agricole forestali Regione Piemonte Comune di Torino Slow Food
 
 Consenso privacy
Comunicati Italia
A Chianciano Terme si riunisce il Parlamento di Terra Madre Toscana
 
Sabato 19 e domenica 20 gennaio si terrà a Chianciano Terme (Parco Acqua Santa, piazza Martiri Perugini – Siena) la prima assemblea di Terra Madre Toscana.
L’incontro rappresenta un’ulteriore importante tappa di un percorso di costruzione della rete di Terra Madre Toscana intrapreso da Slow Food Toscana insieme alla Fondazione Slow Food per la Biodiversità, alla Regione Toscana e a Ucodep. All’assemblea interverranno fra gli altri Roberto Burdese, presidente di Slow Food Italia, e Piero Sardo, presidente della Fondazione Slow Food per la Biodiversità.
In questi due giorni di confronto, tutti i soggetti coinvolti (produttori dei Presìdi Slow Food e delle Comunità del cibo, le Condotte Slow Food con i soci e i fiduciari, associazioni ed enti pubblici) sono chiamati a discutere un documento che definirà principi, obiettivi e modalità di attuazione della rete e le linee guida di come in concreto la rete dovrà agire.
A Chianciano si lavorerà per la nascita di una rete permanente tra quanti in Toscana, a vari livelli (produttori, enti locali, scuole e agenzie formative, ristoratori, trasformatori e commercianti, mondo dell’associazionismo), sono impegnati ad affermare i principi della democrazia, della giustizia, della responsabilità e della qualità alimentare.

Le tappe precedenti sono state l’assemblea al Castello di Poppi (Ar) e la manifestazione Terra Madre Toscana – Il giusto gusto (ottobre-novembre 2006), in occasione della quale 25 comunità del cibo (contadini, allevatori e pescatori di 15 Paesi, dal Vietnam all’Ecuador, dallo Sri Lanka all’Ungheria, dal Guatemala alla Bosnia), ospitate per cinque giorni in una trentina di comuni della regione, hanno lavorato alla costruzione di Rete di Terra Madre Toscana.
Alcune importanti iniziative sono già state avviate; per citarne alcune: il progetto di formazione e assistenza tecnica svolto dai pescatori di Orbetello e rivolto alle donne Imraguen del Presidio della bottarga in Mauritania e quello delle donne del Presidio del pollo del Valdarno per le donne cilene del Presidio della gallina dalle uova azzurre; la rete dei piccoli produttori di caffé di qualità nel Centro America; i mercati della terra in Libano che collaboreranno con i mercati toscani; il progetto regionale sulla filiera corta; il Presidio formaggio nel sacco in Bosnia Erzegovina.
Nel 2006, con i rappresentanti delle comunità del cibo di tutto il mondo, è gia stata siglata la Carta di intenti per un percorso comune che ha sancito un impegno congiunto per lo sviluppo e la salvaguardia dell’identità agroalimentare e sociale in Toscana e nel mondo.

Scarica il programma della due giorni a Chianciano:
Programma Parlamento Rete Terra Madre.pdf
 
 
Fondazione Terra Madre C.F. 97670460019 • Note legali Powered by Blulab